Galleria Foto TEST. Ricrescita capelli......

Galleria Foto TEST. Ricrescita capelli......

Per una questione di trasparenza, questa sarà la pagina che conterrà le date e le foto delle vere testimonianze che documenteranno i progressi di chi ha già iniziato le applicazioni partecipando a questo progetto test.

Un ringraziamento di cuore a chi mi stà dando fiducia, sostenendo e collaborando in questo difficile ma importante  progetto.  

Perdita Capelli: è IMPORTANTE essere tempestivi !!!

La caduta dei capelli è un problema che preoccupa molti uomini e donne, infatti  l’impatto estetico di una testa con pochi capelli è spesso fonte di disagio e di rimpianto.

Anche se personalmente ho parlato con  molte persone con problemi di calvizie che addirittura mi facevano capire che la nuova condizione gli piaceva ed era ottimale rispetto allo stato precedente con capelli.

Io personalmente penso che in alcuni casi è una questione di pigrizia, mentre in altri casi di giustificata sfiducia, in quanto al momento non hanno visto (almeno fino ad adesso),  prove che esiste qualcosa che effettivamente risolve il problema e faccia veramente arrestare la caduta e ricrescere i capelli.

Tra i  rimedi resta  soltanto il trapianto, ma quella è un'altra storia.

Vorrei ricordare che anche io, fino ad un paio di anni fa, facevo parte della squadra degli sfiduciati.

 

Condizioni visive che presuppone un buon successo ai trattamenti per capelli.

Se si osserva con attenzione una persona che appare calva, si noterà che sulla  testa i capelli in realtà non sono caduti completamente: sono infatti presenti moltissimi capelli corti, sottili e poco pigmentati. Il problema infatti è che il bulbo lentamente si rimpicciolisce e si atrofizza, provocando una ricrescita capelli sempre più debole e invisibile.

 

Ma siccome possono passare anche molti anni da quando il problema della calvizie ha iniziato a presentarsi fino ad arrivare alla completa atrofizzazione dei follicoli, è sufficiente bloccare e invertire la tendenza alla miniaturizzazione dei bulbi capillari per ottenere in breve tempo la ricrescita di capelli (ed è su questo che si basa l'azione del Mix). Dopo che un controllo medico avrà stabilito quale sia la natura del problema bisogna intervenire  con adeguate terapie, oppure alimentare e ossigenare direttamente il bulbo pilifero, modificare i comportamenti alimentari e ridurre lo stress per arrestare il processo di diradamento.

Una volta ridotte le cause della calvizie, la capigliatura tornerà in molti casi ad essere folta e gradevole man mano che si assisterà alla ricrescita dei capelli.

Ricordatevi che un follicolo è completamente morto solo dopo molti anni !!!. 

Quindi al primo segnale di perdita di capelli, dovete subito correre ai ripari e prendere di petto il problema. Essere tempestivi e non ignorare il problema, significa accorciare  i tempi di ripresa e quindi arrestare e invertire il processo di miniaturizzazione del follicolo pilifero.

 

IMPORTANTISSIMO !!!!!!!  

N.B. Come da (TEST 1).  Prima si interviene sul processo di miniaturizzazione dei bulbi piliferi, maggiori saranno le possibilità di far ricrescere i capelli in tempi rapidi e riportarli in ottima salute.

CLICCA SULLE FOTO PER INGRANDIRLE E SCORRERLE....!!!

CLICCA SULLE FOTO PER INGRANDIRLE E SCORRERLE....!!!

Ci sono aggiornamenti frequenti....!!!

Se hai ancora dei dubbi sulle possibilità di ricrescita dei capelli, ritorna di tanto in tanto a controllare le nuove testimonianze fotografiche di irrobustimento e ricrescita.

24 Novembre 2013 - REPORT RIASSUNTIVO DEI TEST MINOXIBRUS.

Pubblicare questo report è per me molto importante, in quanto viene scritto dopo 12 mesi di test e mi da la possibilità di stabilire dei punti fermi del progetto MINOXIBRUS .

Era soprattutto doveroso  informare chi ha seguito fino ad ora lo sviluppo e le varie fasi di questo progetto, sia per chi a partecipato ai test  e sia per chi ha solo seguito  lo sviluppo  del sito e le pubblicazioni delle testimonianze fotografiche.

Come dicevo ormai sono passati 12 mesi,  ed ora ho la possibilità  di affermare   che  l’utilizzo del mix non ha dato nessun effetto collaterale o controindicazione, né a me  e né agli amici che hanno collaborato alle applicazioni.

Quando parlo di controindicazioni voglio dire che non ha provocato : malori generici, bruciori, arrossamenti, pruriti, eccessi di sebo e secchezza del cuoio capelluto, ma ha contribuito a un riequilibrio dello stesso.

                                      Benefici riscontrati:

  1. Si è potuto constatare che i primi miglioramenti dati dal  mix sono :  l’irrobustimento e l’aumento di spessore dei capelli esistenti. (ove applicato e nei pressi)
  2. Il recupero dei capelli cosi detti “vellus” (quelli piccolini biondi) trasformandoli in capelli più visibili,  spessi e pigmentati.
  3. La ricrescita di un buon numero di capelli persi.
  4. La diminuzione della perdita di capelli.
  5. Nei primi giorni  delle applicazioni,  può esserci un incremento di perdita di capelli (è un fattore positivo),  perchè  questa accelerazione non è dovuta alla perdita definitiva del capello, ma ad una espulsione anticipata , in quanto è già pronto il nuovo capello che lo sostituirà . Quindi si è potuto appurare che il mix  va a regolare l’orologio biologico, anticipando la perdita del capello a fine vita e accelerando la creazione del nuovo che prenderà il suo posto.(Sicuramente più forte e duraturo)
  6. Come mia esperienza personale, Vi posso assicurare che nel mio caso da quando utilizzo il mix, i capelli esistenti si sono rinforzati, alcuni sono ricresciuti e addirittura su parti che erano completamente lisce, incominciano a rivedersi i cosi detti “capelli vellus”. Inoltre i capelli che ricrescono (io sono un po’ brizzolato) ricrescono di colore nero ed è diminuita drasticamente la caduta di capelli. (Da un bel po’ non vedo capelli ne sul cuscino e nemmeno nel lavabo dopo lo shampoo).
  7. I tempi di reazione per i risultati  è determinato da: età della persona, da quanto tempo ha perso i capelli, se è calvizie ereditaria o calvizie temporanea. (determinata da traumi o stress)
  8. Nei soggetti giovani che hanno perso i capelli da non molto tempo, i primi risultati possono avvenire in tempi molto brevi (due – tre mesi  – vedi prove fotografiche reali)
  9. Nei soggetti più avanti nell’età  che hanno perso i capelli già da molto tempo, per avere dei risultati soddisfacenti e visibili,  i tempi di ripresa sono nettamente più lunghi (minimo sei mesi – vedi prove fotografiche reali)
  10. Ho potuto verificare,  che più tempo è passato dalla definitiva perdita del capello e più tempo ci vuole per il recupero  dello stesso.  Quindi il risultato è inversamente proporzionale.  In parole povere,  prima si interviene e prima in ordine di tempo si recuperano  i capelli persi . (I primi capelli a ricrescere saranno gli ultimi caduti e così a ritroso)

 

Seguirà un altro Report nel momento in cui ci saranno novità degne di nota.

Colgo l’occasione per ringraziare ancora una volta chi mi sta dando fiducia e collaborazione  e un grazie  anche chi mi sta seguendo come semplice spettatore in questo importante e difficile progetto

 

                                                                                             

Carmine Bruscella

 

I capelli cadono ….. ma quando, dobbiamo effettivamente preoccuparci ?

I capelli cadono ….. ma quando, dobbiamo effettivamente preoccuparci ?

I capelli normalmente cadono a tutti.  Per chi ha una capigliatura folta, è fisiologico e da ritenersi normale perdere un massimo di circa 100 capelli al giorno.

 

I capelli cadono quando sono arrivati alla fine del loro ciclo di crescita e vengono sostituiti da nuovi capelli creati  dai bulbi piliferi all’interno dei follicoli. 

L’aumento della caduta dei capelli avviene nella stagione primaverile e autunnale, nei periodi che siamo fortemente stressati e non per ultimo dall’utilizzo ripetuto di agenti chimici e meccanici quali: shampoo, spazzola, tinture, pettine e così via. Se l’aumento della  perdita di capelli si allunga nel tempo, o si inizia a notare il diradamento dei capelli, significa che siamo in presenza di un’anomalia del ciclo di ricrescita dei capelli che richiede una seduta tricologica medica di controllo.

MA EFFETTIVAMENTE QUANTI CAPELLI CI SONO SULLA NOSTRA TESTA ?
In media sulla testa ci sono circa  100 mila follicoli.
Ogni unità follicolare, ospita da uno a 5/6 capelli in virtù di quanto sia folta la capigliatura presa in considerazione.

Nel ciclo della vita di una persona, dentro ogni follicolo i capelli cadono e ricrescono circa 20 volte.

MA PERCHE’ ARRIVATI A UNA CERTA LUNGHEZZA I NOSTRI CAPELLI NON POSSONO PIÙ CRESCERE?
La crescita dei capelli in lunghezza, aumenta con il passare del tempo fino a un punto limite geneticamente preordinato. Questa crescita dipende soprattutto dalla fase anagen, così detto il ciclo di ricrescita dei capelli.

Nelle persone più fortunate questa fase può durare anche 5/6 anni per capello e in quell’arco di tempo i capelli continuano a crescere.

Un’anomalia del cuoio capelluto  o problemi di vario tipo possono accorciare in maniera molto importante la fase anagen e condurre a una precoce caduta dei capelli.

 

SE LAVIAMO I CAPELLI CON FREQUENZA AUMENTA IL RISCHIO DI CALVIZIE?

I lavaggi, anche frequenti, non causano la caduta dei capelli in anticipo e non incidono sulla conclusione naturale del loro ciclo vitale. Se dopo lo shampoo troviamo nel lavandino, o nella doccia dei capelli, quelli erano  sul punto di cadere (fase telogen) già prima di cominciare a lavarli.

E’ per questo motivo se ci si lava la testa dopo un lungo periodo di tempo si vedranno cadere più capelli del solito, ma non bisogna allarmarsi perché nei follicoli lasciati liberi stanno già crescendo capelli nuovi.

Dunque questo fenomeno è del tutto normale a livello fisiologico e non è indice di calvizie, purché sia  nei limiti di una perdita numerica regolare, se no  significa che c’è un problema di salute dei capelli che va trovato e affrontato per tempo. Effettuare un test del capello in questi casi può aiutarci a trovare la causa e correre ai ripari.

TAGLIARE I CAPELLI RAFFORZA E FORTIFICA LA RICRESCITA?

I cicli di vita del capello sono costituiti da tre fasi “anagen, catagen, telogen” in base alle quali i capelli nascono, crescono e cadono.

Questo ciclo si ripete in ogni follicolo pilifero per circa 20 volte nell’arco della vita di un soggetto ed è determinato sempre geneticamente. Il taglio o la rasatura dei capelli non ha alcuna influenza sulla loro ricrescita o caduta. Tagliare o accorciare non serve  a irrobustire i capelli,  giacché il loro volume e la loro persistenza nel tempo è determinata anch’essa dai geni.  

In definitiva il taglio permette solo di tagliare la parte danneggiata o sfibrata dei capelli, come per esempio le doppie punte.

L’unico vantaggio di avere i capelli corti o cortissimi è che in questo caso  non vengono sottoposti a spazzolature troppo forti e maltrattamenti chimici di vari tipi.

CHE SIGNIFICA QUANDO SI SENTE PRURITO ALLA TESTA E DOLORE AL CUOIO CAPELLUTO ?
Il prurito alla testa e dolore al cuoio capelluto è spesso prova di un’anomalia che sta alterando il normale procedimento di produzione e crescita dei capelli. La forfora e il sebo in eccesso sono i responsabili più ricorrenti di questa sensazione, sia come  sintomo del problema, che nel ruolo di cause dell’irritazione cutanea e delle sue eventuali conseguenze.

I fattori che determinano la forfora o la seborrea, oppure a volte entrambi i fenomeni sullo stesso cuoio capelluto, sono molteplici e di non facile individuazione.

Lo stress, la scarsa micro-circolazione sanguigna a livello  del cuoio capelluto, nel caso di una cute sensibile, l’inquinamento e la polvere, sono solo alcune delle possibili cause.

Se il prurito è dovuto a una forte produzione di sebo è inutile grattarsi o strofinare forte la testa durante i lavaggi, si rischia solo di causare danni alla cute e capelli.

Utilizzare prodotti commerciali di scarsa qualità a volte peggiora la situazione. L’unica cosa giusta da fare è affidarsi a degli specialisti in grado di fare un’analisi delle condizioni di salute dei capelli ed eventualmente costituire un trattamento personalizzato in funzione  del soggetto e dell’entità dell’anomalia.

Al momento, nei pochi casi che ho potuto seguire, dopo una opportuna visita medica fatta dal soggetto, ho potuto rilevare che in alcuni casi applicando il "minoxibrus", il problema si è ritirato in quanto nel  mix,  è contenuto il "minoxidil", "balsamo emolliente" e "vitamine" che servono a nutrire localmenteriequilibrare e a riattivare la microcircolazione del cuoio capelluto.