Peli vellus.........??? Una certezza….il follicolo pilifero non è completamente atrofizzato…..!!!!!!

Peli vellus.........??? Una certezza….il follicolo pilifero non è completamente atrofizzato…..!!!!!!

16/febbraio/2016

 

Con questo articolo si vuole descrivere la situazione di avanzamento di questo ambizioso e difficile progetto che riguarda appunto lo stato dell’arte dei progressi di efficacia.

 

Come si evince dal titolo, la presenza di peli vellus  è una garanzia al 100%  o quasi che il follicolo pilifero, deputato alla creazione del capello non è completamente atrofizzato e quindi ancora recuperabile. (Vedi articolo di approfondimento dei tre stadi del 19-11-2015)

 

I test infatti fino ad ora, hanno dato più che altro risultati di blocco della caduta, rafforzamento dei capelli presenti e  il recupero di un buon numero di peli vellus ritrasformandoli di nuovo in capelli veri e propri riacquistando corposità e colore.

 

Per una questione di chiarezza  l’articolo vuol proprio parlare di quello che si auspicava all’inizio del progetto ma ancora non  avvenuto e questo ci porta a pensare più fortemente che lo studio sulla salute dei capelli ancora non è concluso definitivamente in quanto ha prodotto diversi risultati e possiamo dire fortunatamente soltanto in un caso ha mancato l'obbiettivo.

 

Infatti soltanto in un caso, lì dove non ci sono nemmeno i peli vellus non c’è stato nessun risultato, quindi nessuna ricrescita e per questa ragione che io personalmente (test master in prove fotografiche e autore del sito) avendo zone dove sono spariti i famosi peli vellus, stò già procedendo alla prova di applicazione del mix che denomino 2 Plus per vedere se al momento c'è possibilità di recuperare dette zone critiche.

 

In parole povere, il mix 2 Plus è una riformulazione e potenziamento del mix di cui si è parlato sino ad oggi e se dovesse risultare efficacie anche nelle zone dove si sono persi  i famosi peli vellus sarà sicuramente un grande successo completo.

 

Naturalmente se i test saranno positivi, come sempre non si darà solo notizia testuale  se non accompagnata da prove fotografiche.

 

Un consiglio se ci tenete ai vostri capelli non attendete la loro sparizione per preoccuparvi, più tempo passa, più ne perderete e più tempo ci vorrà per poter recuperare il recuperabile.

 

Come sempre saluto di cuore chi mi stà sostenendo e supportando e vi do appuntamento al prossimo stato di avanzamento.

 

Alla prossima…..!!!

  

Carmine bruscella

La Calvizie……i tre stadi di avanzamento determinati dal Progetto MinoxiBrus.

La Calvizie……i tre stadi di avanzamento determinati dal Progetto MinoxiBrus.

19/novembre/2015

 

E’ bene fare una precisazione, quando inizia il processo della calvizie, non perdiamo i capelli dall’oggi al domani ma bensì dopo mesi se non anni, il lasso di tempo è determinato dal metabolismo personale del soggetto.

 

Stadio 1: La calvizie inizia  con la manifestazione di un diradamento visibile. In effetti il problema è agli inizi, in quanto la zona si presenta con molti capelli ancora ben spessi ma già una buona parte più sottili. La situazione effettiva è che il livello visivo del diradamento non è determinato dalla perdita definitiva del capello,  ma dall’assottigliamento degli stessi creando l’effetto diradamento facendo supporre di avere meno capelli. Infatti prima di perdere completamente il capello ai prossimi due o tre ricambi, ricrescerà sempre più sottile

In questo caso i primi risultati importanti visibili applicando il mix nutriente,  saranno constatabili a partire dal terzo mese. Irrobustimento di quelli presenti e aumento di volume di quelli sottili.

 

Stadio 2: La calvizie diventa molto visibile e contrariamente allo stadio 1, abbiamo già perso un bel po’ di capelli e quelli presenti sono diventati così sottili da creare poco volume e copertura del cuoio capelluto.

In questo caso i primi risultati importanti visibili applicando il mix nutriente, saranno constatabili a partire dal quinto mese. Aumento del volume di quelli sottili e recupero di molti capelli cosi detti Vellus (piccoli peli biondi visibili in controluce)

 

Stadio 3: La calvizie è a un livello grave, cioè la parte a vista è priva completamente di capelli visibili  e comunque osservandola in controluce si notano i famosi peli Vellus. E’ bene precisare, che c’è ancora qualche speranza di recupero proprio se sono presenti i peli Vellus, in quanto questa presenza conferma ancora di una non atrofizzazione totale del follicolo pilifero e quindi del potere di creare se aiutato, nuovamente un  capello forte e in salute.

In questo caso i primi risultati importanti visibili applicando il mix nutriente, saranno constatabili a partire dal settimo mese. Recupero dei peli Vellus convertendoli in capelli via via più corposi e forti.

 

Al di là degli stadi, i recuperi tramite mix nutriente sono fattibili solo se il problema non scaturisce da eventuali patologie mediche, funghi o infezioni di pelle.

 

Una domanda che mi si rivolge spesso è : ma dopo il recupero se smetto le applicazioni perdo tutto quello che ho acquisito ?

 

Rispondo a questa domanda in quest’articolo, in modo tale che può raggiungere più persone possibili interessate a questa risposta.

 

Come descrivo all’inizio dell’articolo, i capelli vengono persi definitivamente dopo un bel po’ di tempo, quindi quando si và ad interrompere le applicazioni, solo dopo un po’ di mesi rivedremo in ordine gli stadi appena menzionati.

Quindi siccome una cura che elimina definitivamente il problema ancora non esiste, bisogna solo (per mantenere i risultati raggiunti) fare i cosi detti richiami.

Questi richiami devono essere fatti in prossimità dei due periodi più pericolosi per i nostri capelli: i primi due mesi dall’entrata della Primavera e i primi due mesi dall’entrata dell’Autunno (periodi del massimo di ricambio) e questo ci darà modo di mantenere e migliorare lo stato della nostra capigliatura.

Spero che con questo articolo di aggiornamento del Progetto MinoxiBrus, di aver contribuito  a fare più chiarezza su questo difficile e annoso problema che affligge ormai una buona parte delle persone.

Infine vorrei come sempre ringraziare davvero di cuore chi mi stà dando  fiducia e supporto in questo difficile Progetto, in quanto senza di loro tutto questo non sarebbe stato possibile. E’ soprattutto grazie a loro, che con i loro test fatti personalmente  e i continui aggiornamenti che mi forniscono che oggi abbiamo raggiunto degli ottimi risultati.

Risultati che si ottengono con collaborazione, impegno e investendo un piccolo contributo della comunità in base alla grandezza di questo Progetto che vuole davvero dare una risposta seria e concreta a questo problema.

 

Un ringraziamento particolare al Tester (presente anche nei Test  prove fotografiche) che mi ha autorizzato alla pubblicazione della sua foto di testa all'articolo,  come esempio dei tre stadi.......la ricerca Progetto MinoxiBrus va avanti e come sempre vi dò appuntamento al prossimo aggiornamento.

 

 

Carmine Bruscella

------------Parola d’ordine........Osservare e Prevenire.---------

Parola d'ordine

Il presente articolo basandosi sulle risultanze ottenute dai test e prove effettuate, vuole dare (senza sostituirsi agli altri studi seri che affrontano il problema capelli) alcune informazioni utili da tenere presente per cercare di prevenire il problema delle calvizie.

 

Molto spesso tra le richieste di approfondimento che pervengono, la maggior parte è di persone che ha già avuto una consistente perdita di capelli (arrivando a questo ignorando i segnali di avvertimento) e molti altri di loro pur reagendo tempestivamente al problema utilizzando diversi prodotti (tra l’altro anche molto costosi) non hanno risolto il problema.

 

La prevenzione nel nostro caso ci potrà dare una grossa mano a risolvere, a rallentare o per lo meno a limitare i danni che portano alla calvizie.

 

L’importanza di conoscere e saper cogliere i segnali negativi che avvertono che qualcosa non stà funzionando bene è imperativo.

 

Solitamente i segnali più frequenti sono:

  • Capelli secchi e sfibrati.
  • Capelli grassi.
  • Comparsa di forfora e desquamazione del cuoio capelluto.
  • Forte prurito accompagnato da forfora.
  • Forte prurito con molto sebo.
  • Dolori al cuoio capelluto con perdite importati di capelli.
  • Affinamento dei capelli
  • Diradamento dei capelli nella zona laterale e alta del capo.
  • Altri segnali non visibili possono essere osservati con un esame tricologico.

 

I suindicati segnali ci avvertono che qualcosa a livello del cuoio capelluto non stà funzionando a dovere.

 

Sempre tenendo presente che alcune problematiche sono legate a patologie (quindi curabili solo con farmaci),  il resto sono legate allo squilibrio del cuoio capelluto che è deficitaria nella microcircolazione e ha problemi a portare ossigeno, nutrienti e minerali occorrenti alla salute dello stesso.

 

Vorrei ricordare che il Progetto MinoxiBrus è nato proprio sulla valutazione non patologica ma di semplice nutrimento, idratazione e ossigenazione portata in ambito locale dove si manifesta il deficit nutrizionale.

 

Infine un segnale non materiale ma emozionale che stà investendo ogni giorno più gente è lo “STRESS e INQUIETUDINE” il mali più  subdoli del nostro millennio. Questo male oltre a causare molti  altri danni porta in alcuni casi a chi ne è affetto ad alopecie molto importanti e purtroppo definitive quindi poi anche non recuperabili.

 

In  casi estremi chi ha un forte stress ha anche problemi di insonnia o se riesce a dormire riposa male e si sveglia più stanco di quanto lo era prima di andare a letto.

Alcune persone in contatto con il nostro Progetto affette dal problema “Stress” (consigliate naturalmente dal proprio medico), ci hanno fatto sapere che hanno migliorato la loro situazione di vita  assumendo prima di andare a letto un cucchiaino di sciroppo di “Valeriana” (solitamente reperibile in erboristeria) dormendo di più, meglio, svegliandosi più riposati e in forma.

 

Sperando che questo ulteriore  modesto contributo sia stato utile, come sempre ringrazio davvero di cuore chi mi stà supportando e collaborando nel Progetto MinoxiBrus.

 

Alla Prossima……..

 

Carmine Bruscella

 

08-10-2015 

 
 

“ATTENTI A QUEI DUE"…..SONO MOLTO PERICOLOSI…..!!!

“ATTENTI A QUEI DUE"…..SONO MOLTO PERICOLOSI…..!!!

Anche se il titolo richiama una vecchia serie di telefilm degli anni 80 (a me molto cara), nel nostro caso per “QUEI DUE” ci si riferisce ai due periodi più problematici per i nostri capelli.

 

Esistono due precisi periodi che coincidono con l’inizio della primavera e l’inizio dell’autunno, dove il ricambio dei capelli  può raggiungere una concentrazione del 45% (molto più alta)  del resto dell’anno.

Se poi andiamo in profondità, dei due periodi quello autunnale è il peggiore perché oltre al   ricambio naturale dettato dal periodo, viene aggravato anche dagli attacchi estivi ricevuti da:

1°         Esposizioni prolungate al sole estivo.

2°         Deposito della salsedine sulla cute del cuoio capelluto.

3°         Sudorazione maggiore con maggiore polvere nell’aria che

             impastandosi, vanno ad otturare i pori della pelle

             soffocando i follicoli piliferi.

4°         Alimentazione disordinata  ecc…ecc….

 

Per chi non ha problemi ai capelli non ha motivo di allarmarsi in quanto per loro è effettivamente un ricambio di capelli (tanti ne cadono e tanti ne ricrescono)

Il problema si pone per chi inversamente ha già un problema di capelli e in questi periodi ne perdono di più di quanti ne ricrescono.

E’ doverosa una precisazione, in quanto lo stadio precedente alla perdita definitiva del capello è la ricrescita del capello sempre più sottile di una o due volte e se nel contempo non si corre ai ripari con qualche cura rivitalizzante ci sarà la perdita definitiva.

Questi due periodi  vanno ad aggravare la situazione e a velocizzare il problema, se vogliamo limitare i danni è imperativo che si faccia qualcosa a supporto per conservare i capelli posseduti e incentivare la ricrescita di quelli già perduti.

Il progetto MinoxiBrus studiando le problematiche che causano la perdita definitiva dei capelli,  ha studiato di conseguenza le contromisure, rivitalizzando e proteggendo  con i componenti attivi e naturali presenti nel mix  i follicoli piliferi, riequilibrando il PH naturale del cuoio capelluto e di conseguenza facendo diminuire il famoso DHT (nemico principale dei nostri capelli).

Questo permette di riequilibrare e fortificare i capelli già presenti e di preparare il terreno ad una eventuale ricrescita ristabilendo una situazione ottimale di salute dei nostri capelli.

Chi ha già problemi di capelli, in questi due brutti periodi o cura   adeguatamente e soprattutto tempestivamente il proprio stato o si ritroverà con un danno maggiore di sfoltimento e indebolimento dei propri capelli. 

Se effettivamente ci tenete ai vostri capelli, cercate di prevenire e non di attendete che il problema si aggrava perché  poi per curarlo e ristabilirlo ci vuole più tempo e diventa più difficile.

Come al solito vorrei ringraziare di cuore chi con fiducia mi stà supportando e seguendo in questo difficile e delicato progetto.

Ancora grazie 

Carmine Bruscella

Hai problema di capelli ? Soluzioni, consigli e test per la salute dei capelli per una vera ricrescita.

Hai problema di capelli ? Soluzioni, consigli e test per la salute dei capelli per una vera ricrescita.

Problema di capelli ?  E' importante sapere che il bulbo pilifero (radice o follicolo pilifero) è deputato alla creazione del capello, quindi  ogni cura o intervento utile alla salute dei capelli  deve essere  indirizzato su di esso.

Lo studio del balsamo mix  si basa esattamente  su questo, nutre il bulbo localmente e fà si che i capillari facciano pervenire un'ossigenazione adeguata per la ripresa. In questo modo si ritorna ad avere un capello bello e in salute e non per ultimo molti capelli spariti ritorneranno a ricrescere.

PAROLA D'ORDINE: TEMPESTIVITA' DI INTERVENTO..................

Per la salute dei nostri capelli è importante anche lo shampoo che utilizziamo. Quale scegliere....!!!

Prova testo alternativo

Quando laviamo i capelli, se lo shampoo produce molta schiuma non è sempre un fattore positivo. 

 

La scelta dello shampoo per la salute dei nostri capelli è molto importante.......ma quale scegliere ?

 

Attualmente la scelta giusta è diventata molto difficile in quanto, nel panorama di questo prodotto ne esistono una miriade.

Se ci atteniamo alla pubblicità che accompagna ogni prodotto, ci accorgiamo che ogni shampoo viene decantato come unico nel suo genere e le proprietà di lavaggio, detersione e rispetto del PH del cuoio capelluto non ha eguali.

Quindi se tutti i prodotti dessero quello che promettono nelle pubblicità e nelle descrizioni che le accompagnano, non dovremmo far altro che scegliere quello più adatto alla caratteristica dei nostri capelli.

 

Purtroppo non è sempre così, in quanto molti prodotti sono costituiti da componenti che sicuramente lavano molto bene, fanno molta schiuma ma nello stesso tempo sono molto aggressivi e lasciano il cuoio capelluto secco ed esposto ad aggressioni esterne.

 

 

I componenti di cui parlo sono: “SLS” – “SLES” e “PARABENI”.

 

Questi componenti ormai sono per molti prodotti in commercio parte integrante e parlo di shampoo, dentifrici, detersivi per lavare pavimenti, liquidi per lavaggio motori, cosmetici, schiuma da barba etc. etc.

 

Per i primi due “SLS e SLES” sono le iniziali di “Sodiun Lauryl Sulphate” e “Sodium Laureth Sulphate” e sono i componenti che determinano la schiuma prodotta e la forza pulente. 

 

“SLS” rispetto a “SLES” ha un fattore schiumoso, pulente più alto e quindi di fatto più aggressivo.

 

Se parliamo di pavimenti, motori e macchinari, più sgrassiamo e meglio è ma se parliamo dei nostri capelli e del cuoio capelluto  è bene prendere qualche precauzione.

 

Sicuramente il consiglio migliore è utilizzare shampoo “SLS – SLES – Free” cioè senza questi componenti e preferire prodotti derivanti dai vegetali, neutri e delicati (come quelli per bambini per intenderci).

 

Se invece vogliamo continuare ad utilizzare il nostro prodotto preferito contenente questi componenti, abbiate la cura di utilizzare ad ogni lavaggio, una dose minore di prodotto così avrete comunque la pulizia ma meno aggressione e secchezza.

 

La ragione principale di questo consiglio è che siccome il nostro cuoio capelluto per stare bene deve avere un PH equilibrato e cioè ne secco e ne grasso, quando andiamo a lavare con troppa aggressività, i capelli e la cute si seccano e il cuoio capelluto desquama e resta senza difese (in quanto un leggero strato di sebo funge da difesa e giusta idratazione della cute).

 

E’ bene precisare che per alcuni la secchezza permane con tutte le conseguenze del caso , ma per alcuni che hanno la predisposizione alla produzione maggiore  di sebo (classici capelli unti) dopo il lavaggio per poco tempo saranno puliti e poi diventeranno più unti di prima, in quanto la cute reagisce producendone molto sebo in più.

 

E’ da specificare che da studi effettuati da "Enti" competenti questi componenti ad oggi non sono da collegare ad effetti cancerogeni.

 

Invece i “PARABENI” servono alla conservazione del prodotto a lungo termine.

Anche per questi non sono stati rilevati effetti cancerogeni ma per alcune persone predisposte,  un uso frequente ha determinato degli effetti collaterali di sensibilizzazione cutanea, arrossamenti e piccole vescicole (simile all’eczema).

 

Per quanto riguarda il progetto MinoxiBrus, si stà pensando di approfondire le caratteristiche dei vari shampoo in commercio e cercare di stilare una lista di quelli che sostanzialmente sono  privi o con dosi minime di componenti aggressivi, rispettosi dei nostri capelli e del PH della nostra pelle. .

 

Nel contempo rimarco un consiglio, se utilizzate questi shampoo con i componenti di cui abbiamo parlato, non utilizzate grossi dosi di prodotto ma piccole dosi, saranno sufficienti a lavare bene, non aggredendo  i vostri capelli e il cuoio capelluto.

 

Prossimamente se possibile,  posteremo una lista di shampoo dalle proprietà delicate, neutre e nello stesso tempo detergenti.

 

Grazie ancora a chi mi segue, collabora  e rende possibile il prosieguo delle ricerche per questo progetto.

 

Alla prossima….!!!!

 

Carmine Bruscella

 

15-07-2015

Non è sempre necessario andare sulla Luna per trovare soluzioni.

Non è sempre necessario andare sulla Luna per trovare soluzioni.

Un titolo fantasioso che però cerca in poche parole di racchiudere la filosofia del Progetto MinoxiBrus.

 

Perché andare sulla Luna a cercare soluzioni se possiamo tranquillamente trovarle sulla terra ?

Oppure, perché continuare a fare test sui topi ben sapendo che le terminazioni nervose dell’epidermide non sono come quelle degli umani e quindi le cure applicate non daranno mai lo stesso risultato ?

 

Dopo tutto bisogna stare attenti anche alle scoperte fatte sulla “Terra”, piante con proprietà miracolose che  esistono solo in luoghi o isole remote, scoperte fatte sempre  in America dove improbabili studi hanno trovato la soluzione a questo fastidioso e annoso problema delle calvizie.

Peccato che dopo il boom iniziale non ritroviamo tante testimonianze che accertano il successo della scoperta e si rivelino soltanto delle ignobili trovate commerciali per vendere qualcosa che non mantiene le promesse fatte.

 

Queste precisazioni si rendono necessarie in quanto la missione dell’idea Progetto MinoxiBrus vuole solo con semplicità, cercare di dare un’alternativa credibile,  funzionale e naturale a questo problema che fino ad ora non ha trovato una risoluzione seria e definitiva.  

 

Come anticipato dall’articolo precedente “Finalmente siamo al "Giro di Boa”, oggi finalmente osservando i risultati ottenuti in questi tre anni che sono trascorsi, possiamo stimare i periodi in cui abbiamo avuto più risultati e quelli che ne ha dati meno.

 

Chi segue il progetto sa benissimo che il tutto si basa sull’ossigenazione e sul nutrimento locale delle parti colpite dalla calvizie.

In poche parole se la microcircolazione non riesce più a portare il nutrimento necessario ai follicoli piliferi (per i motivi che abbiamo spiegato ampiamente sul sito) dobbiamo provvedere  noi localmente a nutrire ed ossigenare le parti colpite con le vitamine, minerali e il minoxidil.

 

Naturalmente vitamine e minerali servono al nutrimento e costituzione diretta dei capelli,  il minoxidil serve a riattivare la microcircolazione che nel caso delle calvizie risulta quasi sempre (tranne per motivi di patologie particolari) causa principale.

In questo modo creiamo un  doppio effetto, nutriamo dal di fuori e riattiviamo la microcircolazione all’interno.

 

Tornando a “al Giro di Boa” come detto precedentemente, oggi riusciamo al avere le idee più chiare sul numero dei componenti, le dosi e i tempi di reazione. 

 

Si è constatato che le vitamine del gruppo B sicuramente si sono distinte di più rispetto agli altri componenti vitaminici presenti (quindi sono state aumentate), gli amminoacidi non hanno dato risultati molto utili alla nostra missione ricrescita (sono stati esclusi), i minerali hanno migliorato la struttura del capello (le dosi alcune  invariate e alcune leggermente diminuite ) e il minoxidil efficacie alla riattivazione della microcircolazione sotto cutanea (rimane nelle stesse proporzioni).

 

Tutto questo ci consegna delle medie più precise di efficacia che sono state tradotte in numero componenti, dosi e tempi di risposta alle applicazioni.

 

Come al solito per il momento è tutto, le ricerche continuano e nei prossimi mesi ci saranno sicuramente nuovi aggiornamenti.

 

Come sempre ringrazio di cuore chi mi segue, mi sostiene e continua a riporre fiducia in questo difficile ma importante progetto di ricerca personale.

 

Carmine Bruscella

05-05-2015

Finalmente siamo al Giro di Boa……!!!!

Finalmente siamo al Giro di Boa……!!!!

 

Sembra che con i capelli questo titolo non centri per niente e invece è proprio quello che stà effettuando il progetto MinoxiBrus.

 

Il progetto MinoxiBrus non si è mai fermato e in questi tre anni di vita è stato caratterizzato da continui studi, nuovi test, approfondimenti e soprattutto di aggiunte di  nuovi componenti per la creazione del cosi detto mix per la salute dei capelli  definitivo.

 

Come dicevo, questi tre anni ci hanno consegnato una serie di dati che oggi ci danno la possibilità di fissare i periodi in cui il mix ha dato più o meno risultati.

 

Armai è certo, più componenti si aggiungono al mix e più il mix dovrebbe rispondere a tante tipologie di problematiche ma purtroppo è inversamente proporzionale e cioè più componenti mettiamo e più si determina una diminuzione di forza dell’efficacia effettiva dei componenti costituenti stessi.

 

Oggi finalmente abbiamo la possibilità di sapere il numero ottimale e le dosi dei componenti per la formazione del mix, quelli che hanno agito di più, quelli che hanno agito meno e quelli che non hanno influito efficacemente.

 

A questo punto a chi segue il progetto interesserà sapere quali saranno le novità di composizione e quali saranno le modifiche apportate.

 

Attualmente posso soltanto dire con certezza (poi seguiranno specifiche), che nei prossimi mix saranno sottratti alcuni componenti, per lasciare quelli che hanno avuto più risultati e facendo questo otterremo una maggiore efficacia d’azione dei componenti che resteranno nel mix e spero che questo determini un'allungamento della vita del capello (molto importante) e un’accellerazione nei risultati di crescita e di ricrescita.

 

Come sempre ho il piacere di ringraziare davvero di cuore, chi con fiducia mi stà seguendo e supportando in questo difficile ma importante progetto.

 

Grazie ancora e vi rimando alle prossime novità…….!!!!

 

Carmine Bruscella

 

24/marzo/2015  

Il Minoxidil e la Finasteride conosciuta anche come “Propecia” sono la stessa cosa ?

Il Minoxidil e la Finasteride conosciuta anche come “Propecia” sono la stessa cosa ?

Facciamo un po’ di chiarezza….!!!! 

 

Questa precisazione si rende necessaria in quanto, più persone che mi hanno chiesto informazioni sulla costituzione del MIX,  in molti mi hanno fatto confusione tra questi due elementi: Minoxidil e la Finasteride detta anche (Propecia) in pillole.

E’ importantissimo precisare che nel mix oltre ad esserci vitamine, minerali, amminoacidi  e il Minoxidil,  la Finesteride detta anche (Propecia) non è inclusa. 

Inoltre ho fatto una ricerca approfondita su internet e ho potuto rilevare che in alcuni siti dedicati ai capelli, quando si parla di cure per la calvizie androgenetica, al Minoxidil affiancano subito la Finesteride e in alcuni casi ne parlano come se fosse la stessa cosa, creando confusione anche sugli effetti collaterali non precisando dettagliatamente  quali sono dell’uno e quali sono dell’altro. 

 

Specifico brevemente cosa sono, come si usano e gli effetti collaterali  dei due farmaci :

 

Il Minoxidil (lozione topica) per quanto riguarda la cura dei capelli è utilizzato per trattamenti uso locale e quindi le applicazioni sono esterne e  dirette sulla parte da trattare.

Normalmente sono di due tipi : concentrazione 2% o 5 %.

Gli effetti collaterali si manifestano localmente dove viene applicato e possono essere: infiammazione del cuoio capelluto, prurito e desquamazione della parte trattata.

Fortunatamente questi effetti collaterali però,  spariscono in poco tempo interrompendo le applicazioni della lozione.

E’ importante sapere che non bisogna mai superare la posologia consigliata (1 ml. la mattina e 1 ml. la sera)  in quanto se si eccede questa posologia potrebbe entrare nella circolazione sanguigna e causare anche  ipotensione.

 

Invece la Finasteride, conosciuto anche come  (Propecia) è una compressa che deve essere ingerita tutti i giorni (io personalmente non la consiglio).

Alcuni effetti collaterali sono : impotenza, la diminuzione della libido, la riduzione del volume eiaculatorio. Inoltre vengono inclusi altri effetti indesiderati imputabili al finasteride  vertigini, nausea, dolori addominali e flatulenze. Altresì anche se  meno frequenti ci  sono quelli con correlazione all'ipersensibilita :  come prurito, urticaria e gonfiore della faccia o della lingua.

Infine è importante sapere che la Finasteride non deve essere in nessun caso utilizzata da donne incinte, è molto pericoloso per il feto. 

 

Sperando di aver contribuito a fare un po’ più di chiarezza,  ringrazio ancora di cuore chi mi stà seguendo e supportando in questa delicata ma importante ricerca. 

 

Carmine Bruscella

21 dicembre 2014

Rimodulazione componenti del Mix Progetto MinoxiBrus.......... “Missione Ricrescita”

Rimodulazione componenti del Mix Progetto MinoxiBrus.......... “Missione Ricrescita”

26 Ottobre 2014.

 

Questo aggiornamento si è reso necessario,  per dare una puntuale informazione sull’andamento delle ricerche e gli eventuali correttivi o aggiunte che si verificano nel corso dei test per i risultati ottenuti sino ad ora.

 

E’ doverosa una precisazione in quanto sono ricorrenti le seguenti domande: Il MIX effettivamente che cosa contiene ?  E’ un farmaco ? Può avere effetti collaterali ? Quante volte si applica al giorno ?

 

Tutto naturale e non deve essere ingerito niente via orale...!!!

 

Il mix  con le sue applicazioni nutre localmente il cuoio capelluto, deve essere applicato almeno una volta al giorno, contiene solo ed esclusivamente nutrienti che non giungono  più  in maniera sufficiente con la microcircolazione ai follicoli piliferi, indispensabili alla creazione dei nostri capelli.

Questi nutrienti facenti parte del MIX (vitamine, amminoacidi e minerali) vengono soprattutto prodotti e metabolizzati normalmente con l’ingerimento dei cibi che mangiamo tutti i giorni.

L’unico componente non naturale ma indispensabile per la sua funzione di vasodilatatore prodotto in laboratorio facente parte del  MIX è il “MINOXIDIL”, ma è stato testato e utilizzato per anni senza produrre effetti collaterali lesivi o permanenti a chi lo ha utilizzato anche per periodi molto lunghi.

 

Siccome la missione principale della  ricerca è dedicata principalmente alla ricrescita, si è reso necessario  riguardare i principi attivi dei componenti facenti parte del MIX e rivedere le dosi percentuali per rafforzare l’efficacia dello stesso.

 

L’idea iniziale era quella di formare un Mix definitivo che includesse tutto quello che potesse essere efficacie per la ricrescita e la salute dei nostri capelli.

 

Purtroppo il numero di componenti che può essere incluso nel mix  non è illimitato ed è arrivato comunque il momento dei correttivi per rimodulare l’efficacia dei componenti.

 

In parole povere se si aggiungono altri componenti senza sottrarre o diminuire   quelli già presenti si rischia  l’indebolimento dell’efficacia  ottenuta sino ad ora.

 

La novità sarà questa: aggiunta di un nuovo ed utile componente (IL RAME) e la diminuzione o se sarà necessario l’eliminazione di un altro già esistente (LA TAURINA).

 

Se la Taurina risulta più utile a preservare i capelli che ancora abbiamo,  al contrario il Rame contribuisce alla formazione delle melanine utili a mantenere la colorazione dei capelli e ha anche una notevole importanza nei processi di cheratinizzazione del capello integrando un valido supporto all’ efficacia del mix (preservando i capelli esistenti e contribuendo alla ricrescita).

 

Nella dieta  il Rame è presente nei seguenti cibi:  nelle patate, nei crostacei e negli spinaci.

 

Come sempre Vi ringrazio per il supporto e l’interessamento dimostratomi.

 

Vi rimando ai prossimi aggiornamenti……………

 

Carmine Bruscella

Il selenio un altro valido aiuto per la crescita dei capelli…..!!!! .

Il selenio un altro valido aiuto per la crescita dei capelli…..!!!! .

31 Ottobre 2014

Alla base del benessere dell’uomo e per avere capelli sani, forti e lucidi, molto dipende da una giusta e corretta alimentazione.

Per proteggere la salute dei capelli, il corpo deve avere la giusta quantità di vitamine, minerali, amminoacidi  e  nel caso risultassero carenze  assumere integratori mirati alle necessità.

Il problema di molti  è il fatto di non riuscire sempre a controllare (chi per pigrizia, chi per stile di vita e chi non ne vuole proprio sapere) la propria dieta o di non conoscere le proprietà contenute nei  cibi e quindi di non sapere quale è  la  dieta migliore da seguire per la salute dei propri capelli.

Dopo anni di studi si è confermato che il Selenio è uno dei minerali più importanti per la salute dei nostri capelli.


Funzione del Selenio :

Siccome il Selenio dà un grosso aiuto all’utilizzo delle proteine che vengono consumate, i nostri capelli  traggono giovamento in quanto gran parte della composizione  del capello è proteina. Più il corpo riesce ad elaborare proteine  migliore è la crescita dei capelli.  

Alimenti :
Gli alimenti che contengono selenio includono noci del Brasile e frutti di mare. Il selenio può anche essere preso assumendo integratori mirati.  Indifferentemente dal metodo di assunzione del selenio (con il cibo o con integratori)  non aumenta o diminuisce  l’effetto che il minerale ha sulla crescita dei capelli.

Quantità ottimale:

La quantità sufficiente di Selenio da assumere per una maggior crescita di capelli è di 200 microgrammi giornalieri.

Altre curiosità in altre applicazioni:
Oltre a dare un valido aiuto alla crescita dei capelli, il selenio  contribuisce anche a migliorare  la salute generale e prevenire determinate condizioni negative. Il selenio contribuisce a ridurre  i danni dei radicali liberi, e una protezione  contro il cancro e migliora la salute del cuore .

 

 

Avvertimento
Anche se un po’ di selenio è un bene non significa che di più è meglio. Se assunto in dosi massicce, il selenio può essere tossico.

 

Alla luce di queste proprietà, il progetto MinoxiBrus non poteva lasciare fuori questo importante componente dalla composizione del MIX.

Infatti da oggi anche il Selenio è entrato a far parte integrante del MIX "MinoxiBrus".

 

Le ricerche continuano e un arrivederci alla prossima novità o aggiornamento.

 

Carmine Bruscella

Nuovo difensore aggiunto alla battaglia contro la calvizie e la prevenzione dei capelli bianchi……..

Nuovo difensore aggiunto alla battaglia contro la calvizie e la prevenzione dei capelli bianchi……..

18 Ottobre 2014

-

Un nuovo intercettore si è aggiunto alla flotta difensiva  del mix 

“Progetto Minoxibrus……..”

-

VITAMINA H o B8 (BIOTINA)

-

Che cos’è esattamente ?

La biotina (vitamina H o vitamina B8) è una vitamina idrosolubile che contribuisce alla formazione degli acidi grassi e facilita il metabolismo dei carboidrati e degli amminoacidi.

-

Fonti alimentari

I cibi dove è presente  la biotina sono:  lievito, fegato di vitello, tuorlo d'uovo , latte di mucca,  formaggio, frutta secca, cioccolato, grano, riso integrale, lenticchie, piselli, carote, lattuga, cavolfiori, funghi e birra.

E’ importante sapere che se si decide di consumare molte uova crude per fare un carico di biotina fate una cosa errata  in quanto,  la vitamina si rende disponibile solo  se l’uovo viene cotto ed almeno a  70° gradi.

Il motivo è che la biotina si lega a una proteina presente nell’albume dell’uovo ( l'avidina) che  però può essere annullata  con la cottura. 

Perciò prestate attenzione perché un consumo eccessivo di albume crudo potrebbe rendere non disponibile  e inibire  la biotina presente nel tuorlo d’uovo assunto con l'alimentazione.

-

Attività

La biotina  è molto importante per la crescita dei capelli e per la prevenzione della caduta dei capelli. 
E' una vitamina essenziale per la sintesi degli acidi grassi che sono importanti fattori in numerosi processi di crescita del corpo compresi dei capelli.  È importante non solo nella prevenzione della calvizie ma anche dei capelli grigi.

-

Se ci fosse carenza ?

La mancanza di biotina è segnalata da disturbi della pelle (dermatite secca desquamativa) e soprattutto provoca  la calvizie.

-

Non mi stancherò mai di ringraziare chi mi segue e mi supporta nel progetto.

-

IMPORTANTE:  colgo l'occasione per anticipare che un'altro importante e utile componente sarà inserito nella ricerca e se possibile nel mix.............a breve gli aggiornamenti.

-

Carmine Bruscella

------ Comunicazione di Servizio del 13 ottobre 2014.-------

------ Comunicazione di Servizio del 13 ottobre 2014.-------

La resa dei conti.........è il momento di chiudere o continuare ? 

La parte seguente è una anticipazione del titolo di una parte della e-mail che riceverà nei prossimi giorni (sia chi ha solo manifestato interesse al  sito e sia anche chi segue e partecipa attivamente ai test del MIX nelle ricerche MinoxiBrus)

 

"IMPORTANTE - Aggiornamento archivi interessati al Progetto MinoxiBrus…….....VERIFICA......"

IMPORTANTE : vi prego di far seguire una risposta  a questa e-mail  in quanto determinerà  la cessazione  o il proseguimento dei  lavori di pubblicazione e di studi riferiti al sito www.problema-capelli.it.

Siccome portare avanti questo progetto è diventato purtroppo faticoso, dispendioso e impegnativo,  è arrivato il momento di verificare  quante persone sono  interessate  davvero agli studi, gli argomenti e i contenuti di questo sito. Il risultato determinerà  il proseguimento o la cessazione delle pubblicazioni del progetto via web (proseguendo comunque  in sola forma privata, personale e  circoscritta alle persone a me più vicine).

Naturalmente chi risponderà che non è più interessato alle ricerche MinoxiBrus, sarà cancellato dagli archivi e non riceverà più notizie o aggiornamenti che eventualmente seguiranno nel processo di ricerca futuro.

Colgo come sempre l'occasione di ringraziare ancora  di cuore, chi mi stà supportando e sostenendo in questa difficile ma importante avventura di ricerca sulla salute dei nostri capelli.

 

Carmine Bruscella 

--- PERCHE' ATTENDERE E SUBIRE LA CALVIZIE ? --- OGGI C'E' UN'ARMA IN PIU' PER COMBATTERLA.....!!!

Ormai è accertato…!!! Lo Zinco è molto utile anche per la salute dei nostri capelli.

Ormai è accertato…!!! Lo Zinco è molto utile anche per la salute dei nostri capelli.

Che cosa è lo zinco?
Lo zinco è un minerale che gioca un ruolo molto importante per la salute della nostra pelle,  la crescita,  aiuta la guarigione delle ferite, ed è presente  in tutto il nostro corpo e anche nei nostri capelli.

Nel nostro corpo se lo zinco non è  disponibile nelle quantità sufficienti,  può essere  concausa della perdita dei capelli.

Altresì, lo zinco è importante  nella formazione della cheratina (componente fondamentale dei capelli),  il collagene per ancorare i capelli al cuoio capelluto e per la relativa costruzione della struttura dei capelli in generale.

Quindi lo zinco per molti fattori è importantissimo per il corpo umano ed è  anche un minerale necessario per far crescere i nostri capelli sani e folti.

Aiuta anche la riproduzione delle cellule, mantiene i livelli ottimali degli ormoni e facilita l'assorbimento delle vitamine.

Lo zinco oltre tutto associato ad alcune vitamine del gruppo B  inibisce fino al 30%  l’attività della 5-alfa-reduttasi (enzima che trasforma il testosterone in un'altra forma detta DHT, causa principale della calvizie androgenetica).

Lo zinco quindi,  contribuisce a mantenere i livelli dell'ormone maschile chiamato testosterone, aiutandovi così ad avere dei bei capelli in salute.

Se nel vostro corpo si dovesse verificare una carenza di questo minerale, è opportuno  integrarlo con una dieta alimentare o con l’utilizzo di integratori mirati  a base di zinco.

La dieta migliore per potersi approvvigionare  buone dosi  di  zinco, è quella di mangiare  cibi che lo contengono come: germe di grano, carne di manzo, agnello, molluschi, fegato di vitello e arachidi, è sempre importante però non consumare in eccesso questi alimenti (fonti di colesterolo o ipercaloricità)

E’ importante sapere che sinora  l’eccesso di zinco  non ha dimostrato di essere nocivo per la salute delle persone.

In conclusione, a parte gli approfondimenti che saranno effettuati sugli effetti e la verifica sull’assenza di effetti collaterali, i benefici dati da questo minerale meritano una degna considerazione sulla possibilità di inserirlo come prossimo componente nel Progetto MinoxiBrus e quindi nel relativo mix vitaminico/ossigenante e in più ristrutturante (se inserito)  proprietà dello zinco.

Ben presto si prevede un eventuale (se possibile) inserimento dello zinco nel mix e come al solito partiranno i miei test personali……..seguiranno gli aggiornamenti.

 

Carmine Bruscella  

Novità.......un nuovo intercettore si è aggiunto alla squadriglia offensiva “MinoxiBrus”contro la caduta dei capelli……....lo “ZINCO”.

Novità.......un nuovo intercettore si è aggiunto alla squadriglia offensiva “MinoxiBrus”contro la caduta dei capelli……....lo “ZINCO”.

Come è stato già anticipato qualche tempo fa, finalmente un nuovo componente è stato aggiunto all’idea mix MinoxiBrus lo “ZINCO”.

 

Dopo gli opportuni controlli e i test personali iniziati già da qualche tempo, si è riusciti ad aggiungere nel mix questo importantissimo minerale che per i capelli  componente indispensabile per la loro salute e crescita.  

 

Che cosa è lo zinco?

Lo zinco è un minerale che gioca un ruolo molto importante per la salute della nostra pelle,  la crescita,  la guarigione delle ferite ed è presente  in tutto il nostro corpo e anche nei nostri capelli.

Nel nostro corpo se lo zinco non è  disponibile nelle quantità sufficienti,  può essere  concausa della perdita dei capelli.

Altresì, lo zinco è importante  nella formazione della cheratina (componente fondamentale dei capelli),  il collagene per ancorare i capelli al cuoio capelluto e per la relativa costruzione della struttura dei capelli in generale.

Quindi lo zinco per molti fattori è importantissimo per il corpo umano ed è  un minerale necessario per far crescere i nostri capelli sani e forti.

Aiuta anche la riproduzione delle cellule, mantiene i livelli ottimali degli ormoni e facilita oltre tutto l'assorbimento delle vitamine.

Lo zinco inoltre associato ad alcune vitamine del gruppo B (già presenti nel mix)  inibisce fino al 30%  l’attività della 5-alfa-reduttasi (enzima che trasforma il testosterone in un'altra forma detta DHT, causa principale della calvizie androgenetica).

Lo zinco quindi,  contribuisce a mantenere i livelli dell'ormone maschile chiamato testosterone, aiutandovi così ad avere dei bei capelli in salute.

Se nel vostro corpo si dovesse verificare una carenza di questo minerale, è opportuno  integrarlo con una dieta alimentare o con l’utilizzo di integratori mirati  a base di zinco.

La dieta migliore per potersi approvvigionare  buone dosi  di  zinco, è quella di mangiare  cibi che lo contengono come: germe di grano, carne di manzo, agnello, molluschi, fegato di vitello e arachidi, è sempre importante però non consumare in eccesso questi alimenti (fonti di colesterolo o ipercaloricità). 

E’ importante sapere che sinora  l’eccesso di zinco  non ha dimostrato di essere nocivo per la salute delle persone.

In conclusione, i primi test sino ad ora hanno verificato l’assenza di effetti collaterali, i benefici che scaturiscono da questo minerale risultano indispensabili nel Progetto MinoxiBrus e quindi nel relativo mix vitaminico/ossigenante e in più da oggi ristrutturante grazie alle  proprietà dello “ZINCO”.

 

 

Come sempre un ringraziamento a chi mi stà seguendo e collaborando.

 

A presto per le prossime novità………!!!!

 

Carmine Bruscella

TOCCASANA PER I TUOI CAPELLI…….”TAURINA” ...... e il Progetto MinoxiBrus "Plus" cresce e decolla……......

TOCCASANA PER I TUOI CAPELLI…….”TAURINA” ...... e il Progetto MinoxiBrus "Plus" cresce e decolla……......

 

Il Progetto salute e ricrescita capelli  "MinoxiBrus"  da oggi viene potenziato con l’aminoacido “Taurina”.

TAURINA
E’ un aminoacido solforato essenziale, prodotta dall’organismo a partire dalla CISTEINA.

MECCANISMO D’AZIONE:

  • Regolazione sintesi collagene
  • Regolazione del metabolismo del tessuto connettivo peripilare
  • Limita le alterazioni della guaina connettivale del bulbo che si manifestano  nell’invecchiamento del cuoio capelluto e nell’alopecia
  • Protezione del follicolo dalle aggressioni esterne

Un nuovo tassello  si è aggiunto alle potenzialità  del Mix vitaminico ossigenante "idea MinoxiBrus".

Si parte sempre dall’ idea originaria che ha dato il via a questo progetto: nutrire localmente i bulbi capillari nei follicoli piliferi per l’irrobustimento  dei capelli presenti  e l’eventuale ricrescita di quelli persi.

Negli ultimi anni alcuni studi hanno determinato che il bulbo pilifero assorbe anche la taurina come  importante nutriente  occorrente a stimolare, proteggere,  la salute e crescita  dei nostri capelli.

Inoltre si è anche scoperto che protegge dai radicali liberi (responsabili dell’invecchiamento) .

 

Attenzione nella dieta alimentare invece,  l’aminoacido taurina si ottiene mangiando proteine animali: uova, manzo, latte e pesce, ma non è presente in quelli di origine vegetale, di conseguenza i vegetariani per avere disponibile questo aminoacido molto importante per il nostro corpo hanno bisogno di assumere degli integratori alimentari specifici. 

Come al solito ho iniziato a testare  personalmente il MIX  già da qualche tempo,  per verificare gli effetti ed eventuali progressi che scaturiscono  dall’aggiunta di questo utile  e importante aminoacido  per la salute dei nostri capelli. 

In definitiva “MINOXIBRUS” non si ferma anzi continua il suo perfezionamento per avere potenzialità sempre più efficaci e reali, per la salute e ricrescita dei nostri capelli.

Un’anticipazione: si stà pensando anche di utilizzare lo Zinco  in quanto è un minerale importantissimo e basilare  per far crescere i capelli sani e folti.

Inoltre sempre lo zinco da una mano nella riproduzione delle cellule, incide sulla regolazione dei livelli ormonali (quello che a noi interessa è il testosterone) ed è un ottimo veicolante all’assorbimento delle vitamine.

 

Appena ci saranno novità di rilievo  documentabili, sarà mia premura  posterle subito sul sito.

Ringrazio ancora di cuore chi mi stà collaborando e seguendo in questo importante progetto.

 

Le ricerche continuano………a presto.

Carmine Bruscella 

---------- CI TIENI DAVVERO AI TUOI CAPELLI ? ------------I TUOI CAPELLI STANNO PERDENDO CORPOSITA' ?--Vuoi davvero vedere ricrescere dei capelli ormai perduti ?

---------- CI TIENI DAVVERO AI TUOI CAPELLI ? ------------I TUOI CAPELLI STANNO PERDENDO CORPOSITA' ?--Vuoi davvero vedere ricrescere dei capelli ormai perduti ?

Questo è il risultato dopo tre mesi del primo TEST effettuato con le applicazioni del MIX vitaminico "Minoxibrus".

Il  Progetto Minoxibrus è iniziato il 22 novembre 2012 con Sito dedicato e inizio test.

Nella pagina "Prove Fotografiche" ci saranno aggiornamenti frequenti soprattutto con foto di veri progressi di irrobustimentoricrescita capelli.

 

Dopo nove mesi di test documentati e andati a buon fine............ 

Da oggi  se vuoi, puoi partecipare anche TU al progetto salute e ricrescita capelli Minoxibrus !!!

Ci tieni ad mantenere in salute o a riavere buona parte dei capelli perduti ?  

Puoi  richiedere  senza  impegno  ulteriori  informazioni  e le relative istruzioni operative e/o contributive, per partecipare ai test del Mix.

                               IMPORTANTE .....!!!!!

Richiedere informazioni non implica nessun obbligo di nessun genere. 

01/12/2013 "Minoxibrus-Plus" inizia un nuovo TEST...!!!

01/12/2013 "Minoxibrus-Plus" inizia un nuovo TEST...!!!

Dopo un anno di test e ricerche  e novità di ricrescita capelli, i risultati scaturiti dall'applicazione del  mix "Minoxibrus" sono stati al quanto soddisfacenti e questo sicuramente mi sprona ad andare avanti nella mia ricerca sulla salute dei capelli.

Oggi 01/12/2013 partono le prove di  composizione del nuovo mix denominato "Minoxibrus Plus" e le relative applicazioni che farò come sempre prima su me stesso e poi constatando che non ci siano effetti collaterali, sarà disponibile anche per chi volesse partecipare ai test.

Vi anticipo che l'idea di fondo è quella di preparare un mix vitaminico più concentrato, che possa dare una forte accellerazione ai risultati visibili (di salute e possibile ricrescita capelli).

Come sempre seguiranno notizie relative ai progressi dei test e possibilmente prove fotografiche dei test in corso.

Doveroso un ringraziamento di cuore a chi ha riposto fiducia fino ad ora nelle mie ricerche, mi stà seguendo e supportando in questo interessante e difficile progetto.

GRAZIE....!!! 

Carmine Bruscella 

Adesso non hai tempo di visionare il sito online ........??? Clicca su : Guida veloce ai contenuti del Sito pdf......... Puoi scaricarlo e consultarlo offline.

L'importanza dei capelli al giorno d'oggi.

L'importanza dei capelli al giorno d'oggi.

Attualmente la perdita di capelli e la calvizie è una problematica sempre più sentita da uomini e donne di ogni ceto sociale.

In questi periodi di crisi ,  l’aspetto e l’autostima diventano molto importanti  per sopravvivere alle difficoltà che ogni giorno dobbiamo affrontare.

Nel nostro tempo l’apparire è diventato molto importante, in quanto, la maggior parte delle persone giudica le altre dall’aspetto estetico ed i capelli in molti casi determinano la figura  estetica percepita.

La perdita di capelli ormai si è molto diffusa, colpendo in maggioranza la popolazione maschile e purtroppo in modo crescente  anche quella femminile.

 

Lo stress, l’alimentazione disordinata povera di elementi nutritivi, tinte per capelli, forfora, spazzola, alcool, fumo, shampoo aggressivi, l’esposizione prolungata al sole, la salsedine e l’inquinamento,  sono i peggiori nemici dei nostri capelli.   

 

Nelle farmacie prolificano soluzioni al problema che troppo spesso non agiscono o risultano solo dei palliativi momentanei che non risolvono definitivamente il problema.

Con molta facilità alla fine, la proposta medica  consiglia soluzioni di trapianto che risultano secondo me invasive, lasciano cicatrici e sono molto costose.

 

I capelli come ogni parte del nostro corpo hanno bisogno di nutrimento, o meglio i bulbi piliferi che creano il capello hanno bisogno di nutrimento.

 

Quando iniziamo ad avere l’assottigliamento dei capelli, che poi è la prima fase che porta al prossimo ricambio, la perdita definitiva del capello, è perché il bulbo non si nutre più a dovere ed ha bisogno di una mano.

 

Sulla base di questa teoria ho fatto una ricerca personale su come si nutre e di cosa si nutre il bulbo pilifero ed ho selezionato tutte le vitamine e i prodotti che fanno effettivamente bene alla salute dei capelli.

La mia fortuna è stata quella di avere trovato già  sperimentati  in tutti questi anni diverse  tipologie di applicazioni e di prodotti, che in base ai risultati già acquisiti possono essere utilizzati o scartati perché non funzionanti.

 

Quindi su questa semplice ma elaborata base, l’idea che si sta rivelando vincente, è tutta basata sull’applicazione locale del nutrimento necessario e dell’aiuto vascolare che può essere dato al bulbo pilifero per poter ritornare in salute e creare un capello bello e robusto.

 

I risultati possono essere visti sulla pagina del sito prove fotografiche e rimane solo un dubbio che fra qualche mese potremo sciogliere: dopo l’irrobustimento e la ricrescita del capello le applicazioni potranno essere cessate completamente o ci vogliono di tanto in tanto delle applicazioni di mantenimento ?

 

Nell’attesa rinnovo l’invito a chi volesse partecipare al progetto  di scrivere una e-mail o il form di richiesta presente sul sito.

..................... Scegli tu da che parte stare !!!!!! ..........................

Stai perdendo i capelli .....!!! Lo squilibrio è nel cuoio capelluto riequilibriamolo...…!!!

Stai perdendo i capelli .....!!! Lo squilibrio è nel cuoio capelluto riequilibriamolo...…!!!

03 novembre 2013

Quante volte vi siete imbattuti in pubblicità di prodotti miracolosi ?

Quante volte avete assistito a proclami di sperimentazioni e soluzioni definitive?

E soprattutto, quanti soldi avete investito per provare queste soluzioni  così ben pubblicizzate?

 

Fino ad ora però sembra che solo un soggetto ha beneficiato dei miracoli enunciati :

“I TOPI” ( le cavie utilizzate per gli esperimenti).

Peccato che la pelle dei topi ha una terminazione nervosa e configurazione cellulare della pelle diversa da quella umana.

 

Io personalmente ho seguito  molte situazioni del genere, però mio malgrado ho potuto verificare che un comune denominatore  ha sempre caratterizzato l’esito di queste promesse: “IL NIENTE”.

 

Solitamente quando qualcosa funziona davvero,  il  prosieguo è caratterizzato da pubblicazioni di prove che  documentano  il progredire dei successi con molta visibilità  e in molti casi purtroppo  così non è stato.

 

Io ho 52 anni e vi lascio immaginare quante volte  ho avuto la possibilità di vedere e provare queste tante soluzioni e per questo da circa tre anni ho detto  “BASTA……!!!”.

 

BASTA alle false promesse….

BASTA alla pubblicità ingannevole…..

BASTA a chi vuole farsi i soldi prendendoci in giro……

 

A questo punto è più che  lecito che vi sorga una domanda: ma chi è questo soggetto (che sarei io), mi posso fidare ? Ma è un dottore ? Su che cosa si basa la sua tesi? E’ un imbroglione?

 

Fossi in voi mi farei la stessa domanda e contrariamente a molti sfiduciati o pigri (ne ho conosciuti molti, forse troppi),  almeno approfondirei il sito e valuterei se è stato fatto con i sogni o è costituito con elementi concreti, utili  e davvero funzionanti.

 

Le mie tesi sono basate sulla mia esperienza personale e le ricerche fatte negli ultimi tre anni, il 90% delle problematiche che causano problemi ai capelli portano soltanto ad una causa “SQUILIBRIO CUOIO CAPELLUTO “ .

 

Senza tanti tecnicismi  e come spiego ampiamente sul sito sono arrivato a definire un mix composto da prodotti  (minoxidil, vitamine, taurina e zinco) che nutrono, ossigenano e riequilibrano il cuoio capelluto in tutte le sue necessità nutritive e bilanciamento del PH.

 

E’ importante precisare che il mix, dove è stato utilizzato, ha riequilibrato sia la cute secca e sia la cute  grassa ristabilendo l’equilibrio naturale per una buona salute dei capelli.

 

Questa nutrizione locale ha dato risultati al 100% senza dare nessun  effetto collaterale o controindicazione né a me e né alle persone che hanno accettato di partecipare ai test del progetto (vedi foto sul sito).

E’ doveroso rimarcare che la “cavia” principale per questo progetto è stata “ME STESSO” che poi tra l’altro sono il classico  caso disperato (controllate le prove fotografiche pubblicate sul sito).

 

Comunque,  se ci saranno soluzioni  o scoperte sui capelli  degne di nota,  le pubblicherò come sempre sul sito.

 

Alla prossima….ciao…!!!

 

Carmine Bruscella

A breve, notizie più approfondite sull'astressina-B contenuta nel farmaco: Spectral F7.

A breve, notizie più approfondite sull'astressina-B contenuta nel farmaco: Spectral F7.

Spectral F7, così viene chiamato il farmaco che contiene la sintetizzazione della molecola Astressina-B.

Questo farmaco "sembra" che fornisca buoni presupposti di ricrescita dei capelli.

Viene immesso sul mercato americano nel mese di settembre 2011 con il nome di Spectral F7, promettendo dei buoni risultati di riuscita.

Vorrei ricordare che questa scoperta è stata fatta per caso in una Università della California, con degli esperimenti fatti sui topi per curare (inutile approfondire) qualcosa di opposto all'uso che adesso viene destinato e sembrerebbe che il manto di peli di alcuni topi calvi sia ricresciuto.

Visto che questo articolo lo stò scrivendo nell'agosto 2013 e non ho visto nessun boom di ricrescite pubblicizzate fino ad oggi, spero che non siamo di fronte a un prodotto che non mantiene effettivamente quello che promette.

Gli approfondimenti continuano...........

Aggiornamento Ottobre 2013:

Sto ancora riverificando se ci sono novità o progressi su questo prodotto o risultati di riuscita di ricrescita pubblicizzati, ma ancora niente.

Al momento nulla di nuovo...... ci aggiorniamo a novità degne di nota.

Aggiornamento Ottobre 2014 : Nessuna prova di efficacia pubblicata e scomparsa del prodotto in una bolla di sapone. Vari forum ne parlano fino a febbraio 2014 e nessuno di chi ha provato il prodotto ha avuto dei risultati. ---- FINE VERIFICHE ----

La moda dei rasati..........

La moda dei rasati..........

Ogni tempo ha le sue mode e quella che impazza in questo periodo è quella del rasato.

Negli anni 80 invece era quella delle pettinature, alcune molto strane, alcune molto belle, ma tutte riuscivano a creare una personalità estetica molto variegata e personale.

La differenza ?  Negli anni 80 il numero di persone affetto da calvizie era nettamente inferiore,  poi con il passare del tempo il numero è iniziato a lievitare in modo esponenziale raggiungendo numeri altissimi (le cause sono molteplici e descritte nel sito).

 

Oggi la calvizie purtroppo si è molto diffusa e il rasarsi a zero è diventata una soluzione palliativa molto utilizzata e poche sono le persone (purtroppo) che lo fanno perché stanno meglio rasati e si piacciono così,  ma perché affette da calvizie molto avanzate (mascherando il problema).

 

Certamente così si attenua il problema ma non si risolve e non tutti  riescono a rimanere indifferenti e molti  ne soffrono tantissimo (alcuni senza darlo a vedere e altri no).

 

Comunque come ogni cosa, se utilizzata da tanti diventa moda e quindi appartenenza e tutto questo porta ad uniformarsi e quindi a perdere una parte di personalità estetica percepita (tutti rasati, tutti mediamente simili).

 

Io sono sempre stato contrario all’uniformarsi e anche essendo affetto da calvizie già da tanto tempo, non mi sono mai rasato a zero curandomi i pochi capelli ancora posseduti e cercando di trovare una “vera” soluzione al problema (la ricrescita).

 

Chi sta seguendo il sito già da un po’, conosce già gli sviluppi e i progressi raggiunti di questo mio ambizioso progetto, la salute dei capelli e la loro ricrescita.

 

Però la strada è ancora lunga e molto in salita, in quanto facendo una mia personale indagine ho constatato che la maggior parte delle persone che ho sentito è risultata molto diffidente e aggiungerei “giustamente”,  in quanto anch’io sono caduto nelle trappole di chi mi prometteva una soluzione infallibile al problema e il risultato è stato solo di spendere un bel po’  di soldi e non avere nessun risultato tangibile.

 

Sempre nella mia personale indagine altre persone mi hanno fatto notare che ci sono multinazionali, tricologi e scienziati che studiano da anni e non sono riusciti  ancora a trovare la soluzione definitiva che risolva effettivamente il problema della calvizie (e anche loro hanno ragione da vendere).

Tuttavia  vorrei ricordare che delle  scoperte fatte nel passato, molte sono state fatte per caso e poi approfondite e finalizzate allo scopo.

 

Io personalmente ho fatto una semplice considerazione: il corpo umano ha bisogno di nutrimento e siccome le principali cause di problemi di capelli è dato da deficienza da nutrimento che per vari motivi può avvenire (DHT, metalli pesanti, stress, ossigenazione, microcircolazione,cattiva alimentazione ecc.), ho ricercato   e ho individuato tutte le vitamine e gli elementi che sono deputati ad ossigenare, nutrire il cuoio capelluto e regolare il suo equilibrio (cuoio capelluto sano, capelli in salute).

 

Poi sono passato alla microcircolazione e ho individuato nel “minoxidil” come ormai da lungo tempo è stato accertato come un valido aiuto alla microcircolazione e ho completato il preparato con aggiunta di balsamo idratante ricco di vitamine per compattare il mix e renderlo facilmante applicabile e assorbibile dalla cute (veloce e invisibile).

Il risultato è un balsamo semiliquido con proprietà equilibranti del “PH” del cuoio capelluto, un buon profumo,  nutritivo, attivatore della microcircolazione  e dalla facile applicabilità e assorbimento molto veloce.  

(Dopo quasi un anno di test applicativi  "Zero controindicazioni").

Come al solito vi rimando alla pagina "prove fotografiche", per verificare visivamente i progressi pubblicati periodicamente ottenuti fino ad ora con il progetto "MINOXIBRUS"

Per il momento è tutto, vi ringrazio per il tempo dedicatomi, un in bocca al lupo e vi do appuntamento alla prossima recensione  che tratterà : le novità di rilievo nell’ambito della ricerca tricologica.

 

Ciaooooooo…….!!!!

CAPELLI.........e non solo........!!!!!!

CAPELLI.........e non solo........!!!!!!

I NOSTRI AMICI A 360 GRADI:  SPORT E MOVIMENTO sono una pillola di benessere.

 

La sedentarietà, lo stress e la cattiva alimentazione sono tra i principali nemici del nostro tempo e i nostri capelli sono tra i primi a pagarne le conseguenze .

 

Oggi nessuno ha più tempo, tutti hanno sempre qualcosa da fare di più urgente, quindi di conseguenza siamo degli ottimi portatori di stress.

 

La calma, la razionalità, la disponibilità, la cordialità e la convivialità sono state sostituite da : nervosismo, incoscienza, egoismo, indifferenza  e solitudine.

 

La crisi sicuramente sta svolgendo un ruolo primario nei fattori negativi appena esposti, ma nello stesso tempo sta diventando un alibi troppo usato anche in situazioni che non centra assolutamente niente (rapporti interpersonali vari).

 

In buona sostanza, molti dimenticano che bisogna imparare a  vivere prima di tutto con se stessi per poter avere ottimi rapporti con gli altri.

Il come veniamo percepiti dagli altri dipende soprattutto da noi stessi (modo di essere e comportamento).

 

Purtroppo lo stress oggi è diventato il nostro più grande nemico ed è un problema  sempre più diffuso.

L’ alopecia da stress è la causa di molte situazioni di perdita di capelli e vari mali fisici, quando purtroppo si presenta è veloce a fare  danni e lenta da curare.

 

Lo sport e il movimento in molti casi riescono a creare una sorta di valvola di sfogo che  oltre a questo ha dei benefici diffusi per tutto il fisico e fa bene ai nostri capelli.

 

Carmine Bruscella

I capelli possono davvero tornare a ricrescere?

I capelli possono davvero tornare a ricrescere?

SI', SE SI INTERVIENE TEMPESTIVAMENTE PUO' ESSERCI UNA VERA RICRESCITA DI CAPELLI anche in tempi brevi !!! 
Si è possibile assistere a una ricrescita  effettiva di un capello, purché il follicolo non sia completamente atrofizzato e quindi incapace di "creare" un capello; di solito però un follicolo è  morto solo dopo molti anni che si è cominciata a vedere la calvizie, quindi, utilizzando alcune terapie mirate, è possibile invertire il processo di miniaturizzazione e riportare il follicolo pilifero alla creazione di un capello completamente sano, cioè un capello finito, grosso e pigmentato.

I principali trattamenti anti-calvizie attualmente agiscono tramite l'inibizione dell'enzima 5alfa-riduttasi (5aR) evitando che il testosterone si leghi ad esso per formare il DHT nocivo al follicolo pilifero, oppure bloccando i recettori degli androgeni.

Prima si interviene sul processo di miniaturizzazione del follicolo, molte saranno le possibilità di successo della terapia in tempi relativamente brevi.

Ricordiamoci infatti che chi è affetto da calvizie ha sì un problema di caduta di capelli, ma per essere più precisi il  problema effettivo è che i capelli caduti vengono sostituiti (al nuovo ciclo di crescita) da capelli meno robusti e pigmentati che danno l'impressione di avere meno capelli in testa!

ATTENZIONE: infatti chi è colpito inizialmente da diradamento non ha meno capelli di quando ha cominciato a perderli! Semplicemente i capelli sono ora più sottili, meno pigmentati (colorati) e crescono più lentamente così da dare l'impressione di avere meno capelli di prima.

Come si stabilisce, se un follicolo non è completamente atrofizzato?
Un follicolo non è completamente atrofizzato fintanto che continua a creare un capello, sia esso sano (capello finito)o quasi completamente invisibile; è questo il caso del capello VELLUS, quel capello molto piccolo, quasi invisibile e lungo pochi centimetri o millimetri simile al capello del neonato.


Osservando attentamente una persona  calva, infatti, sarà possibile vedere comunque alcuni piccolissimi capelli vellus, che, malgrado non diano alcun contributo visivo estetico, sono però la prova che l'attività di quei follicoli non è cessata.


Cosa fare?
Sotto l'azione di un trattamento nutritivo, si può spesso arrestare e invertire il processo di miniaturizzazione del follicolo. Stimolare il follicolo a produrre ad ogni ciclo un capello un po' più robusto e pigmentato  e ritornare ad avere un capello terminale (cioè completamente sano).

 

...................  Scegli tu da che parte stare !!!  .................

 

 
Ma ci vuole pazienza, costanza e determinazione per avere buoni risultati !!!!

 

Può essere la soluzione definitiva ? I test dicono di SI !!!!

Può essere la soluzione definitiva ? I test dicono di SI !!!!

Ci sono un sacco di interrogativi sul mondo dei capelli e questo sito nasce per dare un contributo non di parte, a chi ha problemi di capelli e ancora non si è rassegnato alla loro perdita.

Troppe persone hanno approfittato della situazione, promettendo soluzioni miracolose per la ricrescita dei capelli.

Io stesso sono stato uno di quelli che ha provato un pò di tutto e al massimo ho soltanto rallentato la perdita dei capelli, ma poi li ho persi quasi tutti (la mia è calvizia ereditaria).La ricrescita? Mai vista !!! 

Però, da qualche mese ho cambiato idea in quanto ho potuto constatare una piacevole sorpresa che ancora attualmente  stento a crederci.

 

Qualche mese fà ho avuto la fortuna di utilizzare un balsamo che non serviva per i capelli ma bensì per un altro problema di pelle, ho notato che  i peli sul dorso della mano destra si erano inspessiti e infoltiti.

A questo punto ho approfondito e ho scoperto che era stato causato dal balsamo prima utilizzato. Ho pensato di utilizzare il prodotto sul cuoio capelluto e ho incominciato a vedere dei risultati di ricrescita di capelli che avevo perso.

 

Ho verificato i componenti in particolare quelli nutrienti/vitaminici e iniziato  a consultare siti e libri tricologici e studiare le vitamine che aiutavano i bulbi piliferi  e  sul minoxidil (unico testato e funzionante per la ricrescita). A questo punto ho messo insieme  un mix calibrato di minoxidil e vitamine  che potesse creare un balsamo con componenti che già da studi certificati e testimonianze di utenti, risultasse attendibile nei risultati e potesse formare un prodotto applicabile per una vera  ricrescita dei capelli.

In breve, ho messo insieme tutto quei componenti che nutrono, fanno bene ai capelli e all'equilibrio del cuoio capelluto. 

 

Inizio le applicazioni "beta" il 22 novembre 2012 e pubblicherò nella pagina "prove fotografiche", notizie e foto sullo stato di avanzamento della ricrescita.

 

N. B. Sempre nella pagina "prove fotografiche", pubblicherò i progressi di crescita o di ricrescita di amici di Potenza (dove risiedo) che con fiducia hanno richiesto di collaborare nel progetto provando il Mix.         

LO STRESS.....il nemico più pericoloso dei nostri capelli.

LO STRESS.....il nemico più pericoloso dei nostri capelli.

Cause e rimedi capelli bianchi o grigi. Purtroppo non a tutti donano come a Meryl Streep .

I capelli bianchi compaiono normalmente  a causa dell’ avanzamento dell’ età e la loro comparsa  è il risultato di un processo naturale di invecchiamento. Ma è preoccupante se i capelli bianchi  sono il risultato di altre cause, un trauma infantile o un trauma decorrente, stress relativo a situazioni di difficoltà familiari o nel lavoro, stress da separzione o lutto. Anche sui capelli la psicologia dell’ individuo ha il suo peso, infatti un trauma può causare i capelli bianchi già  in giovane età. Un’ altra causa è una cattiva alimentazione priva di elementi nutritivi, un rimedio efficace per contrastare i capelli bianchi e grigi e mangiare carne, uova, pesce,  lievito di birra, verdura fresca, cibi integrali e se si ritiene opportuno scegliere un integratore di vitamina B5. Ricordiamo che ciò che bisogna fare è adottare un alimentazione equilibrata. La comparsa dei capelli bianchi è causata anche dal fumo, smettere di fumare ha benefici anche per i propri capelli.

Rimedi, soluzioni e trattamenti capelli bianchi uomo e donna

Con il passare dell’ età i capelli bianchi aumentano progressivamente e in molti casi i capelli bianchi compaiono precocemente, e necessario scegliere i giusti rimedi qualora si volesse evitare di avere dei capelli brizzolati. Generalmente sono i giovani che ricorrono molto più frequentemente a cercare soluzioni e rimedi per i capelli bianchi precoci, scegliendo spesso soluzioni apparenti che possono poi danneggiare sia i capelli che peggiorare la manifestazione del loro colore naturale. Il primo rimedio per curare e ridurre al mimino la manifestazione dei capelli bianchi è scegliere un’ alimentazione ricca di antiossidanti. I cibi ricchi di antiossidanti sono il tè verde, l’ uva nera, le fragole, gli spinaci, l’ olio di oliva. Una soluzione che risolvi del tutto i problema dei capelli bianchi ancora non c’è, nonostante la medicina in campo farmacologico ha raggiunto grandi risultati il problema ancora esiste e va prevenuto tramite una dieta equilibrata.

Debellare la calvizie e favorire la ricrescita naturale.

Chi ha problema della calvizie si chiede se i capelli possono ritornare a ricrescere: per molti improbabile, per altri solo una falsa speranza e per chi lavora sui trapianti (per convenienza asserisce) non esiste nessuna speranza di ricrescita se non con il trapianto. Io  vi dico  per certo e con tanto di prove fotografiche che i capelli possono ricrescere e la calvizie scomparire. Se un capello è in fase di miniaturizzazione e si riesce a intervenire in tempo rivitalizzando il follicolo, la ricrescita di capelli sani è possibile. Un capello perde completamente la sua vitalità solo dopo alcuni anni dalla manifestazione della calvizie androgenetica. Per far ricrescere i capelli si deve utilizzare un trattamento in grado di stimolare il follicoli a produrre capelli nuovi e robusti, tale trattamento è efficace ribadisco solo se il follicolo è ancora attivo e vitale (cioè se produce almeno il pelo Vellus quello biondo piccolo e quasi trasparente) .

L’ importanza della prevenzione e della cura dei propri capelli e del loro stato di salute viene confermato anche in questo, intervenire in tempo prima che il follicolo si atrofizzi completamente  consente una ricrescita ottimale dei propri capelli.

 

 

Il problema calvizie per le donne di oggi.

Il problema calvizie per le donne di oggi.

Se per gli uomini il problema della caduta dei capelli è sempre stato più diffuso, per le donne lo era meno. Infatti fino a un po’ di tempo fa,  vedere donne affette da calvizie era molto difficile.

Oggi purtroppo anche nelle donne il problema si sta amplificando e il numero delle donne con problemi ai capelli sta inesorabilmente aumentando. Le causa più importante e scatenante è il tipo di vita portata avanti: nervosa, stressante, caotica e piena di sfide e tensioni. Poi non per ultimi si aggiungono vari trattamenti di cosmesi  per capelli, molto forti e talvolta con principi molto aggressivi  e influisce negativamente anche l’inquinamento cittadino che sta raggiungendo picchi  molto alti.   

Nelle donne la caduta dei capelli al contrario dell’uomo, ha un impatto psicologico e sociale molto più grave, anche perché i capelli influiscono moltissimo sull’estetica del viso. Infatti per una donna perdere i capelli è come non avere più una parte di femminilità e di fascino molto importante.

Contrariamente alle calvizie maschili che molte volte riguarda l’ereditarietà genetica, quella femminile molte volte può essere più di fattore transitorio. Infatti essendo colpa in molti casi dei fattori sopra descritti, basta intervenire con tempestività sullo stile di vita e stimolando in maniera mirata le zone colpite dalla caduta, per far ricrescere più velocemente i capelli perduti ancora recuperabili.

Vorrei ricordare che l’atrofizzazione del bulbo avviene dopo molti anni (ma prima o poi avviene)  Tranne  nei casi di problemi  patologici curabili solo con medicinali specifici, è possibile migliorare l’equilibrio del cuoio capelluto con trattamenti per capelli modulati a contrastare i fattori negativi come l’eccessiva produzione di sebo,  l’eccessiva secchezza di cute o forfora.(Scegliete quelli di marca conosciuta  e non quelli che non si conosce la provenienza o la composizione).

Quando si verifica un consistente prurito, dolore al cuoio capelluto e/o abbondante perdita di capelli, questi sono fattori che non bisogna in alcun caso sottovalutare. Prenotare una visita medica è d’obbligo in quanto bisogna subito definire di che natura è la disfunzione per poi definire l’eventuale cura di riequilibrio.

In base anche a questo, le mie personali ricerche sulla caduta dei capelli dopo avere valutato principalmente la calvizie maschile, si sono indirizzate anche a quella femminile.

Quindi sempre pensando ad una nutrizione locale dei bulbi piliferi e un recupero dell’equilibrio del cuoio capelluto, ho proseguito ad arricchire con vitamine deputate  a questo compito il mix di mia concezione. (fatto essenzialmente di minoxidil e vitamine )

Il risultato dei test già effettuati e documentati in questo sito, è stato di bloccare la perdita di capelli, nutrire quelli esistenti facendoli crescere irrobustiti e laddove i follicoli non sono atrofizzati completamente, aiutarli nutrendoli localmente per una sorta di rianimazione per una ricrescita di  capelli nuovamente in salute.  

In  definitiva se ci accorgiamo di perdere molti più capelli del normale, assistere ad un assottigliamento degli stessi, vedere delle zone un po’ più sfoltite e vederli crescere un po’ spenti sono dei campanelli di allarme molto importanti.

(NON SOTTOVALUTATELI !!!!!)

Non perdete tempo, perché queste situazioni si risolvono raramente senza intervenire tempestivamente, anche perché  il risultato ricadrà negativamente sulla vostra personalità estetica e psicologica. 

Nutrimento per i capelli. (clicca sull'immagine per approfondire integratori per capelli con................. www.benessere360.com)

Nutrimento per i capelli. (clicca sull'immagine per approfondire integratori per capelli con................. www.benessere360.com)

Le vitamine essenziali per i capelli e dove si trovano.

Vitamina A, contenuta nel tuorlo d'uovo, nel fegato, nei pesci grassi, nelle verdure a foglia verde e nei latticini è indispensabile per la salute della pelle.

Vitamina B2, contenuta nelle uova, nelle arachidi, nelle noci, nel germe di grano, nel lievito di birra, nei latticini, nei broccoli e nei fagiolini, regola la secrezione sebacea e favorisce il ricambio cellulare, quindi è adatta in presenza di capelli grassi.
Vitamina B4, presente nella carne, nei cereali, nel tuorlo d'uovo, nelle patate, nei cavoli e nei pomodori, regola l'attività del follicolo pilifero.
Vitamina B5, contenuta nel fegato, nelle uova, nelle arachidi, nei funghi e nei broccoli, contribuisce ad aumentare la robustezza e ad accelerare la crescita dei capelli.Vitamina E, presente negli oli vegetali come l'olio di girasole, nelle mandorle, nelle nocciole, nei cereali integrali, nel fegato di merluzzo e nel germe di grano, ha un'azione antiossidante, è in grado di contrastare i radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento e della caduta dei capelli.
Ferro, indispensabile per l'ossigenazione dei tessuti e del cuoio capelluto. Carne rossa, spinaci e frutta secca ne sono ricchi. 
Zinco, presente nei fagioli secchi, nella carne e nel pesce, favorisce la crescita fisiologica dei capelli. 
Zolfo, di cui è ricco il germe di grano, rende i capelli lucidi e soffici. 
Rame, contribuisce alla formazione della melanina importante per la colorazione dei capelli. Lo si trova negli spinaci, nei crostacei e nelle patate. 
Selenio che si trova nel germe di grano, nel lievito di birra, nella carne e nel pesce. Può aiutare in presenza di forfora.

Condivisione progressi personali ricrescita.

Condivisione progressi personali ricrescita.

Pubblicherò nella pagina "prove fotografiche" le foto che documenteranno questo "esperimento di ricrescita" .La foto al lato evidenzia lo stato della mia calvizia  già nel 2001. Le foto che pubblicherò, saranno invece i progressi della ricrescita con l'utilizzo del mix di prodotti da me concepito (Mix balsamo vitaminico  perfezionato  al 23/12/2012).  

Pubblicazione progresso di ricrescita personale

Finalmente posso pubblicare delle mie foto di ricrescita (09 giugno 2013) !

Come promesso, appena ho potuto, ho  fotografato i progressi di ricrescita, che ora sono più facilmente visibili. 

Infatti inizialmente essendoci stata una ricrescita di qualche decina di capelli, non riuscivo a fotografare e a pubblicare foto che evidenziassero i risultati in maniera più significativa. 

Vi ricordo che avendo perso i miei capelli più di 16 anni  fà, il processo di rivitalizzazione del bulbo pilifero sarà molto più lungo rispetto agli altri test in corso.

Per il momento ho fermato la caduta, i capelli hanno avuto un aumento di spessore, sono ricresciuti dei capelli  e sono ricomparsi tanti piccoli peli "vellus" che diventeranno presto veri capelli.

 

 

Al momento ho pubblicato nella pagina "prove fotografiche" le mie foto e quelle di chi ha avuto fiducia e ha voluto provare il Mix.

Credo proprio che i risultati siano davvero eccezionali !!!!!

 

USA, staminali per far ricrescere i capelli....................... "La calvizie diventerà solo un ricordo" (ma sarà vero ?).

USA, staminali per far ricrescere i capelli....................... "La calvizie diventerà solo un ricordo" (ma sarà vero ?).

Successo per i test anti-calvizie di un team di ricercatori della Columbia University di New York. Grazie alle cellule staminali trapiantate sarà possibile rigenerare i bulbi piliferi facendo ricrescere i capelli.

La calvizie potrebbe presto diventare solamente un ricordo. Il tutto grazie alle nuove "fabbriche di capelli" testate dal gruppo di ricerca internazionale coordinato da Claire A. Higgins, del  dipartimento  di Dermatologia  della Columbia University di New York.

I risultati dello studio, basato sulle cellule staminali coltivate in laboratorio e trapiantate nel cuoio capelluto stimolando la ri-formazione dei bulbi piliferi, sono stati pubblicati sulla rivista dell'Accademia delle Scienze degli Stati Uniti.

Ad ispirare gli esperimenti è stata - raccontano gli esperti - la rapidità con la quale nei topi avviene la rigenerazione dei peli. 

I ricercatori hanno constatato che, dopo il trapianto, nei roditori la ricrescita avviene spontaneamente grazie alle strutture che si trovano nella parte più superficiale della pelle, ricche di vasi sanguigni e terminazioni nervose. Chiamate papille dermiche, queste strutture possono essere considerate - appunto - delle vere e proprie "fabbriche di capelli".

Mentre nei roditori queste strutture tendono ad aggregarsi spontaneamente e a far ricrescere il bulbo pilifero, nell'uomo non avviene altrettanto. "Questo ci suggerisce che, se coltivata, la papilla dermica umana può essere incoraggiata a formarsi come fanno spontaneamente le cellule dei roditori", spiega la Higgins.

Secondo la ricercatrice "si potrebbero quindi creare le condizioni necessarie per indurre la crescita dei capelli nella pelle umana".

Il primo passo è stato prelevare cellule della pelle da sette volontari. Quindi le cellule sono state immerse in una coltura di fattori di crescita che le ha fatte differenziare e trasformare in bulbi piliferi.

I bulbi coltivati in laboratorio sono stati quindi trapiantati nella pelle umana innestata sul dorso di sette topi. E in cinque casi su sette i bulbi piliferi hanno dato origine alla crescita di capelli e l'analisi Dna ha confermato che i nuovi follicoli piliferi erano umani e geneticamente abbinati ai donatori.

Martedì 22 ottobre 2013

La foto e l’articolo sono di proprietà  “www.unionesarda.it”

Link di collegamento: http://www.unionesarda.it/articolo/notizie_mondo/2013/10/22/usa_staminali_per_far_ricrescere_i_capelli_la_calvizie_diventer_solo_un_ricordo-3-336444.html

Per chi stà seguendo questa notizia, questo è il link con l'ultimo aggiornamento sullo stato dell'arte delle ricerche sulle staminali per curare la calvizie 28-01-2014.

http://salute.agi.it/primapagina/notizie/201401281304-hpg-rsa1023-staminali_utili_per_rigenerazione_bulbi_piliferi_contro_calvizie

Io personalmente spero che effettivamente sia la volta buona,  visto che molto spesso a beneficiare di queste crescite e ricrescite sono solo i topi che subiscono questi esperimenti. 

Infatti i topi hanno una configurazione cellulare di pelle diversa da quella umana e và da se che molte sperimentazioni  vanno bene  sui topi, ma non sono funzionanti sugli umani se non riveduti e corretti.

Io comunque rimanendo sempre ottimista e fiducioso avrei non solo virgolettato il titolo dell’articolo, ma avrei scritto  “ La calvizie diventerà solo un ricordo? ” (con un bel punto di domanda visto che è ancora in fase di sperimentazione e prove concrete di ricrescita sugli umani non ci sono ancora).

Attendendo nuovi sviluppi  dell’esperimento, non ci resta che attendere e sperare che sia la volta buona che ci sia qualcosa che effettivamente dia i risultati promessi.

Terrò sotto controllo gli sviluppi della sperimentazione e appena ci sarà qualche notizia di rilievo la pubblicherò sul sito.

Alle prossima news……Ciaoooo…

Carmine Bruscella